In Sicilia Blog

L’Infiorata di Noto 2013 é terminata ieri e, come sicuramente saprete seguendo il nostro Blog ed i nostri profili sui vari Social, io e Mario abbiamo avuto la possibilità di vivere in prima persona i preparativi dell’evento grazie ad un incontro organizzato dai ragazzi di Italia Blog Tour.

Noi siamo stati presenti a Noto durante tutta la giornata di Venerdí e abbiamo avuto la possibilità di partecipare alla Conferenza Stampa di presentazione dell’Infiorata, ad alcuni eventi collaterali e all’inizio dei lavori dei Maestri Infioratori.
Già al nostro arrivo Noto ci ha lasciati a bocca aperta: clima di festa che si respirava nell’aria a parte, Noto presenta sin da subito una serie di Monumenti e Palazzi Barocchi che é difficile trovare in altri luoghi; la veduta dell’intera Cittadina dal Campanile di San Carlo é un’emozione indescrivibile e vedere Via Nicolaci completamente spoglia prima di riempirsi di coloratissimi fiori fa sicuramente uno strano effetto.
In Città, oltre i turisti venuti da tutto il mondo per assistere all’evento, era presente una delegazione di Maestri Infioratori Giapponesi che insieme a gli altri infioratori del luogo sono stati i veri e propri protagonisti della Manifestazione: dei 16 bozzetti previsti, infatti, 8 sono stati realizzati proprio dalla scuola degli infioratori del Giappone, Nazione alla quale, come già detto, é stata dedicata questa edizione dell’Infiorata.

In attesa dell’apertura ufficiale della Manifestazione abbiamo avuto, inoltre, la possibilità di visitare alcune mostre dedicate al Giappone in cui, oltre ai vari quadri, era possibile entrare a contatto con la cultura orientale attraverso diversi oggetti, vestiti ed altre tipicità.

Intorno alle 15, poi, ha avuto finalmente inizio la parata di apertura: gli Sbandieratori del Paese si sono esibiti lungo il Corso principale di Noto fino ad arrivare al Taglio del Nastro del Sindaco all’ingresso di Via Nicolaci; da quel momento in poi ci è stato possibile assistere all’inizio dei lavori dei Maestri Infioratori che hanno iniziato le vere e proprie opere d’arte.

Vedere i quadri disegnati su carta prendere vita lungo Via Nicolaci attraverso una miriade di fiori diversi tra loro è stato un momento davvero particolare ma una delle emozioni più grandi è stata senza ombra di dubbio poter assistere ad alcuni momenti di questi preparativi dagli antichi Balconi di Palazzo Nicolaci.

Vedere la Sicilia invasa da turisti di tutto il mondo non può che rendere fiero un qualsiasi Siciliano ed ancora più gratificante è stato poter vedere con i nostri stessi occhi come molte di queste persone non si sono semplicemente soffermate a fare i turisti ma sono stati parte integrate di questa manifestazione multietnica, partecipando in prima persona alla realizzazione delle opere d’arte o, ad esempio, realizzando Reportage o Blog Tour.

A dimostrazione dell’importanza della manifestazione, Noto ha poi raggiunto un altro importante traguardo dopo essere stata proclamata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: durante la Conferenza Stampa di presentazione, infatti, il Presidente del Comitato Internazionale delle Arti Effimere ha annunciato ufficialmente che, dopo Città come Roma, Barcellona e Bruxelles, Noto ospiterà il “Settimo Congresso Internazionale delle Arti Effimere” che avrà luogo nel 2018.

 

Potete rivivere l’intera manifestazione con l’hastag #infioratadinoto o collegandovi su www.italiablogtour.eu

 

 

di Andrea Gulì

Post recenti

Leave a Comment

Contattaci

Inviaci una email e ti contatteremo il prima possibile

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca